Home arrow Boxe italiana arrow Torna sul ring Emanuele della Rosa e riparte dal titolo italiano. L’avversario sarà di Fiore.

Torna sul ring Emanuele della Rosa e riparte dal titolo italiano. L’avversario sarà di Fiore.

Valutazione dell'utente: ONONONONON / 3
Peggiore Il migliore 
Scritto da Gianpiero Fasciano
mercoledì, 25 marzo 2015



Venerdì 27 marzo presso il Palazzetto dello Sport di Fiumicino si disputerà il match valido per il titolo italiano vacante dei pesi super welter tra Emanuele della Rosa (34-2-0) e Francesco di Fiore (17-10-3). Considerata l’esperienza di entrambi i pugili, il pubblico di Fiumicino potrà assistere ad un match di buon livello, sicuramente al di sopra di quello dei titoli italiani disputati nell’ultimo periodo. Il titolo è stato reso vacante da Felice Moncelli (11-3-1) che a gennaio scorso ha conquistato per il titolo IBF International dei pesi super welter.

Come sempre, passiamo in rassegna i due contendenti per ripercorre la loro carriera.
 

Francesco di Fiore è un pugile di 37 anni nato a Napoli, ma residente a Prato in Toscana ed è professionista dal 2002. In carriera ha vinto già due volte il titolo italiano dei pesi super welter. La prima volta nel 2010 quando batté Lenny Bottai (23-3-0) a Prato grazie ad un verdetto di decisione a maggioranza. Quattro mesi dopo però dovette cedere il titolo ad Adriano Nicchi (21-5-2) perdendo per decisione unanime ai punti. Successivamente nel luglio 2013 è riuscito a riconquistare il titolo italiano per la seconda volta battendo Riccardo Lecca (11-1-0) per TKO al 3° round. Anche in questo caso, alla prima difesa del titolo, due mesi dopo, ha dovuto cedere il titolo a Marcello Matano (14-1-0) sempre ai punti.


Nel suo percorso da pro, Di Fiore ha avuto anche alcune opportunità a livello internazionale, ma non è mai riuscito a conquistare alcun titolo al di fuori di quello italiano. Per dovere di cronaca però dobbiamo segnalare due verdetti di parità “fuori casa”, prima nel 2012 contro il francese Jean Michel Hamilcaro (21-7-3, in palio il titolo IBF International dei pesi super welter) e poi nel 2014 contro il marocchino Ahmed Benjeddou (8-0-2, in palio il titolo WBC Mediterraneo vacante dei pesi super welter). In entrambi i casi il verdetto è stato di majority draw (pareggio di maggioranza).
 

Francesco di Fiore detto “explosive” arriva al match di venerdì con 17 vittorie, 10 sconfitte ed 3 pareggi.
 

Emanuele Della Rosa, invece, è un pugile romano di 35 anni, professionista dal 2005, che arriva al match di sabato con un record interessante di 34 vittorie (10 KO) e sole 2 sconfitte.
 

Dobbiamo tenere conto che Della Rosa è uno dei pugili di maggior spicco del panorama pugilistico italiano avendo una importante esperienza internazionale alle spalle. In carriera è stato campione IBF International dei pesi welter nel 2006 (vittoria per decisione unanime al 12° round contro francese Choukri Yentour, 18-3-0), campione WBC mediterraneo dei welter nel 2007 (titolo inaugurale - vittoria per TD all’11° round contro il serbo Bogdan Mitic, 20-6-0), campione WBC International super welter. Quest’ultimo titolo è stato conquistato il 2010 contro Ayoub Nefzi (decisione tecnica all’8° round, 23-5-0) e difeso tre volte di cui due nel 2011 (Daniel Urbanski e  Jozsef Matolcsi, entrambe le vittorie per decisione unanime al 12° round) ed una volta nel 2012 (contro l’inglese Nasser Al Harbi sempre per decisione unanime al 12° round). Non possiamo dimenticare però la chance mondiale (titolo WBC) contro il peso medio Sebastian Zbik (30-2-0) nel 2010, dove il pugile di casa nostra fu sconfitto solo per split decision (115-113, 111-117 e 109-120) in Germania.
 

Gli ultimi due anni della carriera di “Ruspa” (questo il suo nickname) sono stati i più difficili, infatti se nel 2013 ha combattuto con solo due match contro pugili cosiddetti “mestieranti”, nel 2014 è arrivata la prima vera sconfitta cocente contro il semisconosciuto Isacc Real (10-1-1) in un drammatico match valido per il titolo europeo dei pesi super welter disputatosi a Ostia, dove un generoso della Rosa dovette soccombere per TKO al 8° round dopo aver subito ben tre knock down.


Attualmente Emanuele della Rosa è il n.ro 9 del ranking EBU
ed è notizia di questi giorni che il titolo europeo vacante dei pesi super welter si disputerà in Italia tra Orlando Fiordigiglio (21-0-0) e Cedric Vitu (41-2-0). Per il romano questa strada dovrebbe essere un modo per cancellare la sconfitta contro Real dell’anno scorso e ritrovare il giusto riscatto morale che potrà portargli nuove ambizioni in campo europeo.
 

Per tornare al match di venerdì prossimo, senza sbilanciarci troppo, possiamo considerare che il pugile romano nettamente favorito per via della sua buona tecnica di pugilato e la grande esperienza maturata in questi anni in campo internazionale. D’altro canto l’esperto Di Fiore “venderà cara la pelle”, quindi non è da escludere che il pubblico di Fiumicino dovrà attendere il verdetto al termine delle 10 riprese.
 

La riunione è organizzata dalla OPI 2000 in collaborazione con la Paciucci Boxing Team. Nel sottoclou il pubblico di Fiumicino potrà assistere ai match dell’imbattuto peso mediomassimo Alessandro Sinacore (9-0-0), l’ex campione europeo dei pesi superpiuma Devis Boschiero (35-3-1), il super medio Luca Podda (5-0-0), il super welter Diego Di Luisa (1-0-0) e Monica Gentili (3-2-0) al limite dei pesi leggeri.
 

Per il match clou è garantita la copertura televisiva di Rai Sport 2 venerdì 27/03/2015 dalle ore 22.00.

_

< Precedente Successivo >

Menu Principale

Home Ricerca Entrata WEB TV

Accesso Utente





Non hai ancora un Profilo? Crea Profilo

Syndicate

RSS 0.91
RSS 1.0
RSS 2.0
ATOM 0.3
OPML

 

venerdì, 21 luglio 2017

News in evidenza

Valid XHTML 1.0 Transitional!CSS Valido!